29-30 Aprile 2017

I commenti alle partite

Under 14

UR CAPITOLINA vs RUGBY ROMA OLIMPIC CLUB 1930 14-61

Non era iniziata nel migliore dei modi la giornata. A ranghi ridottissimi per le assenze, e con la formazione completamente stravolta, il campo Unione riservava gran testa e grande impegno. La Capitolina è formazione sempre degna di rispetto e attenzione del resto. Dopo il lungo stop del dopo Parma si riprende la cavalcata finale che porterà poi al Torneo di Firenze che concluderà questa splendida stagione sportiva con numeri da capogiro.

Con sole due possibili sostituzioni e con assenze di “peso”, e con l’esordio come titolare di Jacopo Aveni che effettuerà una ottima prestazione, la partita ha inizio con la Capitolina che attacca subito a testa bassa sorprendendo la difesa che riesce comunque a tamponare l’assalto. Ed è qui che stata probabilmente un meccanismo mentale al quale, ormai, questi ragazzi ci hanno abituati: diventano un muro invalicabile. Da quella prima bella azione della Capitolina tutto è cambiato. Pur non essendo una partita dura, nei primi 5 minuti la Capitolina perde ben 4 giocatori per infortunio, uno per concussion (al ragazzo giungano i migliori auguri di una pronta guarigione da parte di tutti ragazzi della Rugby Roma Olimpic e dalla intera società). Una partita a senso unico, senza storia che vede gli atleti di Walter Colaiacomo ed Eva Belisario terminare il primo tempo sul 35 a 7 sulla Capitolina, Tutte le mete vengono trasformate dal mediano di mischia Gabriele Schiavi. Grande gioco e tecniche ormai acquisite hanno permesso anche diverse mete di pregevole fattura da parte del capitano Flavio Schiavi e del secondo centro Francesco Spalluto. Gran lavoro della mischia, nonostante i cambiamenti effettuati, e dei tre quarti.

Nel secondo tempo non cambia la musica. Il gioco è sempre impostato dalla Rugby Roma che si posiziona sempre nella metà campo avversaria. La partita si innervosisce leggermente e l’arbitro, dopo diversi avvertimenti, sfodera un giallo nei confronti di un atleta della Capitolina per placcaggio alto. Effettuate le due sostituzioni, proseguono le mete bianconero verdi e il grande impegno corale dei tredici giocatori che non lasciano un metro alla Capitolina che comunque, complice anche un errore, mette a segno la seconda meta. Ad un minuto dalla fine arriva anche il cartellino giallo per il capitano della Rugby Roma reo di aver risposto agli insulti verso un suo compagno di squadra che aveva appena trasformato l’ultima meta della Rugby Roma. L’incontro termina 61 a 14 per la Rugby Roma che, unitamente alla vittoria del Primo XV sul Paganica in serie B regala un bel sabato alla Società.

Tabellino:

Tanilli Federico, Terribile Andrea, Schiavi Flavio, Schiavi Gabriele, Sicurezza Alexandro, Spalluto Francesco, Gobetti Francesco, Petti Edoardo, Locci Dominick, Aveni Jacopo, Bonfanti Lorenzo, Benini Filippo, Ercolani Martino, Romei Valerio, Stignani Rocco

Mete: Schiavi Flavio (1), Terribile (3), Spalluto (2), Stignani (1), Gobetti (1) Sicurezza (1)

Trasformazioni: Schiavi Gabriele (7) Bonanti (1)

Cartellino giallo: Schiavi Flavio 24° secondo tempo (proteste)

Stefano Schiavi

Under 18

UNION RUGBY VITERBO 1952 vs RUGBY ROMA OLIMPIC CLUB 1930 10-48

La seconda fase del Campionato Interregionale U18 inizia con lo spareggio fra UNION VITERBO, prima classificata del Girone 2, e RROC 1930, prima del Girone 3, per stabilire gli accoppiamenti con le vincenti delle altre Regioni, e dare così il via alla serie di scontri diretti.

La partita si gioca sul campo neutro di Civita Castellana, e con l’occasione ringrazio a nome della RROC 1930 la Amatori Rugby Civita Castellana per l’accoglienza e l’ospitalità dimostrata; una splendida giornata e un campo in ottime condizioni fanno da giusto coronamento ad un importante impegno sportivo per le due compagini.

Prima di parlare della partita voglio citare altri 2 ragazzi della U18, Leonardo Cupaiolo e Riccardo Spizzichino, che sabato 29 hanno esordito con il primo XV in serie B nell’incontro vinto contro il Paganica Rugby.

La partita inizia subito con un grande ritmo e grande pressione da parte della RROC che al 5’ segna la prima meta dettando subito l’andamento della partita. La reazione del VITERBO non si fa attendere, e per 20 minuti attacca mettendo anche in apprensione la nostra difesa che però riesce a mantenere inviolata la linea di meta, pur concedendo un calcio di punizione e 3 punti agli avversari. In questa fase molto lavoro sui punti di incontro per i due pacchetti di mischia, che hanno sempre cercato non solo di mantenere il controllo del pallone, ma spesso di rubare palla con delle contro-ruck veloci e potenti; grande e duro lavoro anche nelle mischie ordinate. Al primo attacco che interrompe la pressione del VITERBO, la RROC va nuovamente in meta con una maul avanzante e inizia quindi ad applicare una gioco più aperto e veloce sfruttando le ali e andando nuovamente in meta in chiusura di tempo.

Il secondo tempo si apre con la quarta meta targata RROC, che impone un gioco veloce con continui cambi di fronte sfruttando molto la velocità delle ali e dell’estremo, anche con precisi calci e seguire e andando nuovamente in meta al 47 minuto. Il VITERBO, pur in evidente carenza di ossigeno, continua ad impegnarsi e ad impegnare la nostra difesa riuscendo anche ad andare in meta, in parte aiutata da una fase di assestamento successiva ai cambi. L’andamento della partita però non cambia e la RROC va a segno altre 3 volte mettendo nuovamente in evidenza grande preparazione e tenuta atletica, oltre alla capacità tecnica sia in fase difensiva che offensiva.

La partita si chiude con il punteggio di 48 a 10 per la RROC, gara dura e corretta ben arbitrata dal Sig. Ventura; onore ai ragazzi del VITERBO che hanno giocato a viso aperto e con grande impegno tutta la partita, a loro va un caloroso “in bocca al lupo” in vista della partita contro il BENEVENTO.

Ed ora il cartellino:

Under 18 Regionale Lazio Spareggio II Fase, ore 12:00 Campo CARLO ANGELETTI, Civita Castellana

Union Rugby Viterbo 1952 – Rugby Roma Olimpic Club 1930 10 – 48 (1-8)

Arbitro: Sig Ventura

Mete: 5’ Padalino (Trasf. Jimenez), 26’ Cataldi (Trasf. Jimenez), 35’ Canestrari, 36’ Cataldi (Trasf. Jimenez), 47’ Fabio, 60’ Fabio, 64’ Jimenez (Trasf. Pollak), 67’ Lo Guzzo.

Ammonito: 38’ Cataldi.

Enrico Iatta

SERIE B

RUGBY ROMA OLIMPIC CLUB vs POL. PAGANICA RUGBY 33-28

UNA MAGNIFICA GIORNATA DI RUGBY

La scorsa settimana avevo aperto il mio commento con una serie di amare considerazioni che non sto qui a ripetere; oggi posso aprire questo commento nell’esatta opposta maniera, contentissimo di dovermi “rimangiare” tutto quanto sostenuto nel commento alla partita contro la Partenope Rugby.

E’ proprio vero il detto “Chi c’ha famija nun trema”!

Ieri, 29 aprile 2017, sullo splendido campo del “Cus Roma” è andata in scena la rappresentazione concreta del concetto di “famija”.

Spalti gremiti di pubblico correttissimo ad incitare fino alla fine la nostra squadra, la quale a sua volta ha ricambiato il Pubblico presente con un impegno ed una generosità condita con abbondante umiltà.

Il clima che si respirava ieri sugli spalti, era un misto di delusione per le occasioni perse durante questo lungo campionato, e di speranze per una pronta ripresa della nostra compagine.

La formazione schierata dal Sig. Fortunato era ampiamente rimaneggiata sopratutto a causa dei numerosi infortuni che nell’ultimo periodo ci hanno perseguitato l’ultimo dei quali, proprio al nostro capitano (incidente stradale) al quale va un abbraccio e gli auguri perchè possa essere in campo per l’ultima di campionato contro Il Catania. E prevedeva l’inserimento di due giovani provenienti dalla U18 .

Sin dal fischio iniziale dell’ottimo Sig. Costantino di Messina, si capiva che RR era scesa in campo estremamente concentrata e determinata a non concedere nulla agli avversari che, già all’andata, ci avevano battuti per 26 a 10 e che anche in passato nelle precedenti stagioni ci avevano messo in difficoltà.

Si potrebbe dire quasi che ieri sia stata la giornata dei F.lli Cappucci, i quali ci hanno deliziato (nel bene e nel male) con una serie di scatti ed incroci a volte riusciti a volte mancati ma che ,insieme al sempre attivo Fabiani (non a caso detto Puma) hanno sempre e comunque fatto capire agli avversari che sul piano della fantasia e dell’agilità oggi non ce n’era per nessuno.

Infatti già al 5 minuto Pippo schiacciava in meta al termine di un’azione corale della mischia avanzante (meta non confermata) seguita a breve da un calcio piazzato messo a segno da Rutolini che portava la RR in vantaggio per 8 a 0 , quindi si giocava a fasi alterne con il Paganica che applicava una forte pressione sulle nostre prime line, le quali rispondevano con una difesa potente (ottima la mischia quasi sempre vincente con alcune palle “rubate” e la touche quasi perfetta) e coordinata con i tre quarti che dimostravano solo qualche limite nell’eccessivo accentramento presso i punti d’incontro, permettendo al 26 del primo tempo al Paganica di mettere a segno i primi 7 punti, riportando gli avversari a ridosso nel punteggio. Al 37 ci pensava una maul avanzante a riequilibrare il punteggio con una meta (Perissa) confermata da Rutolini che mandava le squadre negli spogliatoi.

Nel secondo tempo la storia non cambiava ma il Paganica aumentava la pressione in maniera esponenziale riuscendo di nuovo a segnare fino a portarsi sotto brek ma commettendo una serie di falli che causavano un giallo ed una espulsione con rosso. La R.R. ha nel frattempo metteva a segno altre due mete (una con Cappucci ed una con Perissa) mantenendo poi il gioco e resistendo con ordine e disciplina (tranne sei minuti di black out che permettevano al paganica di segnare di nuovo) ai veementi attacchi del Paganica al quale va l’onore (aldilà dei cartellini) di aver giocato una partita dura ma corretta.

Un particolare encomio va ai giovani esordienti della 18. Se le premesse sono queste, la prossima stagione il tecnico dovrà “grattarsi in testa” parecchio per scegliere chi mandare in campo, perchè la scelta sarà molto ampia (d’altronde non è quello che si augurano tutti I tecnici?)

Per la RR un solo rammarico: quello di non aver saputo concretizzare a pieno le azioni messe a segno. Domenica prossima ci aspetta il Catania primo in classifica e che all’andata è riuscito con fatica a pareggiare con noi .

IN BOCCA AL LUPO e…….SEMPRE INSIEME FINO ALLA FINE!

Gianni Perissa

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere tutti gli aggiornamenti sugli eventi e le iniziative organizzate dallo staff di SPQRugby, la Repubblica della palla ovale a Roma.

100% Privacy, niente spam o promozioni.