La Lazio esce sconfitta dal “Battaglini” 41 a 8

Rovigo – La S.S. Lazio Rugby 1927 esce sconfitta dallo stadio “Mario Battaglini” di Rovigo per 41 a 8, al termine di una partita dominata dai rossoblù padroni di casa. Squadra davvero sottotono quella biancoceleste con i troppi errori in fase di conquista che hanno minato l’incisività in attacco per tutto l’arco dell’incontro. Gara a senso unico al “Battaglini, con il Rovigo cinico a concretizzare praticamente tutte le occasioni avute nella metà campo biancoceleste. Lazio apparsa totalmente in affanno sin dalla prima mezz’ora di gioco, al cospetto di un Rovigo più ordinato, complice anche un cartellino giallo ricevuto al 17’ dal numero 8 laziale RodrigoBruno. Solo negli ultimi minuti del primo tempo il XV guidato da Montella provava ad essere propositivo nei 22 rodigini, senza però trovare i punti utili per riaprire il match. Anche nel secondo tempo non cambiava la musica ,dopo un avvio sterile della Lazio era ancora il Rovigo a punire la squadra romana, con due mete in successione dei bersaglieri che sfruttavano due evidenti errori difensivi dei biancocelesti. Lazio che trovava la prima marcatura dell’incontro solo al 71’ con il neoentrato Alessandro Giancarlini su un contrattacco ben orchestrato. Successivamente il Rovigo chiude definitivamente il match con la meta di un David Odiete in grande spolvero (la quarta del suo incontro) e con una Lazio che nonostante la maggiore reattività mostrata grazie ai nuovi innesti, non riesce a dare nessun lustro alla sua partita con altre marcature pesanti.Prossimo appuntamento per la Lazio la settimana prossima,davanti al pubblico di casa al “Giulio Onesti” contro il temibile Viadana. Servirà davvero un’altra Lazio e ben altra reattività mentale e fisica per iniziare a mettere punti in cascina in questo campionato.

CRONACA– E’ la Lazio ad aprire le danze con il numero 10 Ignacio Ceballos che trova la via dei pali dai 30 metri su un calcio di punizione concesso dall’arbitro Riccardo Angelucci.

Dopo un primo quarto d’ora inizialmente equilibrato tra le due squadre, il Rovigo riesce ad andare oltre la linea di meta con il capitano Matteo Ferro, bravo a concretizzare una rolling maul avanzante del XV guidato da Umberto Casellato. A Mantelli non riesce la trasformazione della marcatura, al 15’ il Rovigo conduce così sulla Lazio per 5-3.

Al 17’ il direttore di gara infligge un cartellino giallo contro il numero 8 biancoceleste Rodrigo Bruno, reo di aver placcato alto un giocatore avversario su un contrattacco.

Due minuti più tardi i bersaglieri approfittano subito della superiorità numerica trovando una meta in gioco aperto con Francesco Rossi, che trasformata da Leonardo Mantelli porta i padroni di casa a condurre per 12-3 a pochi minuti dal termine del primo quarto di gara.

Lazio che nella prima mezz’ora di gioco soffre terribilmente lo strapotere in mischia chiusa degli avanti rossoblù, con i biancocelesti che non riescono a contenere le avanzate di Matteo Ferro e compagni in più di un’occasione. Al 25’ è David Odiete a trovare la terza marcatura per i padroni di casa, sfruttando una facile superiorità numerica all’ala.

Al ristabilimento della parità numerica la Lazio provava a rialzare la testa proponendosi in attacco. Ma il gioco dei biancocelesti è ancora troppo prevedibile e disordinato per pensare di impensierire i rossoblu.

La prima frazione di gioco si chiude così sul 17-3 in favore dei padroni di casa.

Al rientro dagli spogliatoi reazione biancoceleste, con Nicolas Coronel vicino alla marcatura ma che ancora una volta viene fermato dalla difesa rossoblu sulla linea dei cinque, obbligando l’argentino al tenuto.

Rovigo che trova la quarta meta dell’incontro su un evidente errore in difesa dei biancocelesti, ancora una volta con David Odiete. Mantelli trasforma nuovamente la marcatura, ipotecando definitivamente il match sul 24 a 3.

Al 60’ ancora Rovigo in meta con David Odiete, che dopo un intercetto ai danni laziali marca oltre la linea portando il Rovigo sul 29 a 3.

Al 71’ la Lazio trova la prima meta del suo incontro su un contrattacco , con Alessandro Giancarlini che schiaccia l’ovale portando la Lazio a 8. Ignacio Ceballos non riesce nella trasformazione, con l’ovale che si stampa sul palo sinistro.

Lazio che nell’ultimo quarto di gara cede definitivamente ai rodigini padroni di casa, che con la meta dello scatenato David Odiete al 72 chiudono un match imprevedibilmente senza storia.


Rovigo, Stadio “Mario Battaglini” – sabato 15 settembre 2018

Top12 I giornata


FEMI-CZ Rovigo v S.S. Lazio Rugby 1927 41-8 (17-3)

Marcatori: p.t.3’ c.p. Ceballos (0-3), 14’ m. Ferro non tr. (5-3), 18’ m. Rossi tr. Mantelli (12-3), 24’ m. Odiete non tr. (17-3); s.t. 46’ m. Odiete tr. Mantelli (24-3), 59’ m. Odiete non tr. (29-3), 66’ m. Halvorsen tr. Mantelli (36-3), 69’ m. Giancarlini non tr. (36-8), 72’ m. Odiete non tr. (41-8).

FEMI-CZ Rovigo: Barion; Borin, Modena (5’ Majstorovic), Angelini, Odiete; Mantelli (74’ Visentin), Piva (65’ Loro); Ferro (cap.), Lubian, Vian (50’ Venco); Nibert (41’ Halvorsen), Cicchinelli; D’Amico (41’ Pavesi), Cadorini (41’ Momberg), Rossi (41’ Brugnara). all.Casellato

S.S. Lazio Rugby 1927: Bonifazi; Bonavolontà F. (56’ Vella), Guardiano (70’ Teresi), Coronel; Borzone; Ceballos, Bonavolontà D. (70’ Brui); Bruno; Filippucci (cap); Pagotto; Ocampo, Blessano (47’ Giancarlini); Bolzoni (47’ Forgini), Baruffaldi (67’ Amendola), Cafaro (64’ Marsella).

All. Montella

arb.: Angelucci (Livorno)

AA1 Spadoni (Padova), AA2 Russo (Milano)

Quarto Uomo: Russo (Treviso)

Cartellini: 16’ giallo a Bruno (S.S. Lazio Rugby 1927); 63’ giallo a Ferro (FEMI-CZ Rovigo); 63’ giallo a Filippucci (S.S. Lazio Rugby 1927)

Calciatori: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 3/6; Ceballos (S.S. Lazio Rugby 1927) 1/1; Borin (FEMI-CZ Rovigo) 0/1

Note: giornata soleggiata e calda, circa 27°, campo in buone condizioni. È stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Andrea Previati, dirigente rossoblù prematuramente scomparso ieri. Come di consueto alla prima partita casalinga dei Bersaglieri, il capitano ha posato un mazzo di fiori sul monumento dedicato a Mario “Maci Battaglini” per onorare la sua memoria. Spettatori circa 1300.

Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 5; S.S. Lazio Rugby 1927 0

Man of the Match: Odiete (FEMI-CZ Rovigo)

Powered by Web Marketing

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere tutti gli aggiornamenti sugli eventi e le iniziative organizzate dallo staff di SPQRugby, la Repubblica della palla ovale a Roma.

100% Privacy, niente spam o promozioni.