Sabato con il Mogliano, ultimo treno-playoff per le Fiamme

(ph. Alfio Guarise)

Casellato: «Ci giochiamo gran parte della stagione, ma sabato non dipenderà solamente da noi: dovranno verificarsi anche altri eventi, ma innanzitutto, cosa non scontata, dovremo battere un Mogliano che sicuramente non verrà a Roma per fare una gita. Ma il nostro dovere è di crederci fino alla fine e lo faremo. Sarà importante restare concentrati sulla nostra prestazione, senza ascoltare le notizie che arriveranno da Viadana».

Roma – Ultimi ottanta minuti della regular season per le Fiamme che sabato 29, tra le mura amiche della caserma “Stefano Gelsomini”, tenteranno l’ultimo assalto ai playoff.

L’avversario di turno sarà il Mogliano Rugby, reduce dalla sconfitta nel Continental Shield con i russi dell’Enisei, già battuto all’andata al “Quaggia” e attualmente settimo in classifica con 30 punti.

Quello di sabato è, però, di certo l’ultimo treno-playoff per il XV della Polizia di Stato che, sempre in caso di vittoria con i veneti, dovrebbe attendere il finale del match di Viadana, dove i mantovani (attualmente in classifica davanti alle Fiamme di tre lunghezze) se la vedranno con i campioni d’Italia del Rovigo, battuti proprio sabato scorso al “Battaglini” dai Cremisi. L’unico risultato possibile per le Fiamme contro il Mogliano sarebbe la vittoria, possibilmente con cinque punti, che in caso di sconfitta (anche con bonus) o di pareggio del Viadana, aprirebbe le porte del quarto posto ai Cremisi, in vantaggio 5-4 negli scontri diretti con i gialloneri.

Dunque, una combinazione di risultati, anche se di difficile realizzazione, che permetterebbe alle Fiamme di raddrizzare una stagione caratterizzata da molti alti e bassi, nonché da numerose sconfitte arrivate per una manciata di punti. Ma coach Umberto Casellato mette in guardia i suoi, consapevole della difficoltà che incontreranno affrontando la squadra veneta, con la quale vinse uno storico scudetto nel 2013: «Ci giochiamo gran parte della stagione. Purtroppo non dipenderà solamente da noi, ma dovranno verificarsi anche altri eventi: innanzitutto, cosa non scontata, dovremo battere un Mogliano che sicuramente non verrà a Roma per fare una gita; poi, dovremo sperare che il Rovigo vinca a Viadana, possibilità che ritengo abbastanza remota. Ma il nostro dovere è di crederci fino alla fine e lo faremo. Sarà importante restare concentrati sulla nostra prestazione, senza ascoltare le notizie che arriveranno da Viadana. Per prima cosa dobbiamo pensare a vincere la partita, poi si vedrà cosa accadrà. Guardando le statistiche del campionato, con lo staff abbiamo notato come, soprattutto in fase difensiva, il Mogliano sia nettamente migliorato durante il girone di ritorno e questo è stato un dato su cui riflettere durante la settimana. Nel complesso è una squadra difficile da affrontare, abbastanza ostica per tutti e sicuramente vorrà chiudere nel migliore dei modi un campionato che quest’anno è stato un po’ avaro di soddisfazioni».

La formazione che scenderà in campo sabato alle 16 sarà molto simile a quella dei primi quaranta minuti del match vinto a Rovigo: terzetto di prima linea ancora composto da Fabio Cocivera, Alain Moriconi e Roberto Tenga, con alle proprie spalle Gianmarco Duca ed Emiliano Caffini in seconda; nessuna novità in terza linea, dove ci saranno il capitano Filippo Cristiano, Matteo Zitelli e Mirko Amenta; invariata anche la coppia di mediani, composta da Filippo Buscema e Simone Marinaro, come anche il triangolo allargato dove prenderanno posto le due ali, Andrea Bacchetti e Marcello De Gaspari, e l’estremo Amo Wilbore; unica novità rispetto all’ultimo match, la presenza di Pietro Valcastelli a centro dal primo minuto, insieme al compagno di reparto Giuseppe Sapuppo. In panchina ci saranno: Valerio Vicerè, Stefano Iovenitti, Giuseppe Di Stefano, Davide Fragnito, Dennis Bergamin, Guido Calabrese, Maicol Azzolini e Giovanno Massaro.

Arbitrerà l’incontro il livornese Matteo Liperini, insieme ai giudici di linea, Pier’Antoni e Nobile, e al quarto uomo, Romani.

La probabile formazione

Wilbore; De Gaspari, Sapuppo, Valcastelli, Bacchetti; Buscema, Marinaro; Amenta, Cristiano (cap.), Zitelli; Caffini, Duca; Tenga, Moriconi, Cocivera

A disposizione: Vicerè, Iovenitti, Di Stefano, Fragnito, Bergamin, Calabrese, Azzolini, Massaro

28 aprile 2017

Cristiano Morabito – Media manager Fiamme Oro Rugby

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla mailing list per ricevere tutti gli aggiornamenti sugli eventi e le iniziative organizzate dallo staff di SPQRugby, la Repubblica della palla ovale a Roma.

100% Privacy, niente spam o promozioni.